username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Neve di marzo

Ovattato silenzio mi circonda
e pensieri di adulto si tramutano in sorriso,
un'impronta solitaria è apparsa nel nulla
e solitaria resta,
non vi è arrivo e non partenza:
è come la vita! La mia.

Si risveglia in me il fanciullo,
mai sopito,
e dove altri trovano disperazione,
io la tramuto in gioia
e rido, rido, guardando in cielo.

Che non smetta, ordino a nessuno,
e lui mi ascolta perché qui è tutto bianco
e continua ancora adesso ad ascoltarmi.
Ho il potere ne son certo, e del disagio altrui
non provo pena, che ci posso fare?
Egoista!!! Egoista!!! Egoista!!!

Poi il potere affievolisce la sua arte
e lentamente il sole appare,
tutto quanto si risveglia,
mentre il mio fanciullo s'addormenta
e dai sorrisi tornano i pensieri,
è come un girotondo in torno al mondo...
casca la terra... tutti giù per terra...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Donato Delfin8 il 06/06/2010 20:16
    Riletta... eh eh tra un po' ritorna
  • Don Pompeo Mongiello il 11/03/2010 08:40
    Una poesia bellissima e pur di cadere nella monotonia del ripetersi, ti plaudo e ti dico bravissimo.
  • Donato Delfin8 il 11/03/2010 00:14
    Belle immagini.
    Bravissimo Cesarone.
  • denny red. il 10/03/2010 23:55
    bellissima!! bravo!! cesare
  • Anonimo il 10/03/2010 23:34
    contenuti ricchi di preziosa verità in una composizione bellissima.
  • Cinzia Gargiulo il 10/03/2010 23:23
    Anch'io quando ha nevicato a Roma ero felice incurante dei disagi... sono egoista? Ma è uno spettacolo così raro e così suggestivo che andava goduto...
    Bellissim poesia!...
  • B. S. il 10/03/2010 20:17
    Caro Cesare, hai il dono di saper guardare il mondo con gli occhi di un bimbo, non lasciartelo scappare!
  • laura marchetti il 10/03/2010 19:22
    bellissima poesia coinvolgente voglia di ritornar bambini... sorrido e ti lancio una palla di neve centrato??? ciao!!!
  • Anonimo il 10/03/2010 17:21
    È bellissimo leggere queste tue poesie... rallegrate da commenti come sotto, che sono il continuo della tua opera!!! ...è come la vita, un girotondo, senza inizio e senza fine...
    bella bella!! Bravo Cesare
  • Anna G. Mormina il 10/03/2010 17:16
    "... e lui mi ascolta perché qui è tutto bianco...", quanto m'è simpatico questo fanciullo... bellissima Cesare!
  • Vincenzo Capitanucci il 10/03/2010 16:53
    ... non vi è arrivo e non partenza
    è come la vita...

    è un senza fine... un girotondo...

    Bellissima... Cesare... dai un bacio a Biancaneve... i setti nani son già arzilli... come grilli..
  • Anonimo il 10/03/2010 16:47
    Molto bella l'immagine di questa sensazione di ovattato che ricopre le cose brutte, interiori e fisiche, e il ritorno, poi, alla realtà.
  • karen tognini il 10/03/2010 16:32
    Ma che bella poesia... piaciuta.. moltissimo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0