username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A te sconosciuta

L'illusione di te e me,
mi attacca feroce.
Tutto è stato distrutto.

Sola, con i petali restanti tra le mani,
di questa rosa avvizzita,
delicati,
stremati.
Frammenti di cristallo
cadono sul pavimento di carta.
Uno squarcio sanguinante,
si apre sotto di me.
Ho paura da sola.

Tu, però, sei lontano.
Un soffio di vento leggero ti scuote appena.

Sono qui ma non mi vedi;
non mi vuoi vedere.
Tutto è passato in un istante,
con quell'alito di vento freddo;

e tu non sai più chi sono.
Ma io non capisco,
non capisco.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Donato Delfin8 il 11/03/2010 00:39
    Intensa.
  • Aedo il 11/03/2010 00:17
    Quando si soffre per amore, non si comprende... Bella e verissima poesia!
    Ignazio
  • denny red. il 10/03/2010 23:32
    brava piaciuta!! molto profonda..
  • Roberta T. il 10/03/2010 22:28
    come ti capisco..
    difficile dare un senso a certe cose
  • loretta margherita citarei il 10/03/2010 21:11
    è dura da capire, bella poesia, piaciuta
  • Anonimo il 10/03/2010 21:11
    Molto bella profondamente intensa!
  • Anonimo il 10/03/2010 20:28
    Piena di profondo sentire. Molto bella.
  • Anonimo il 10/03/2010 20:27
    Piena di profondo sentire. Molto bella davvero.
  • B. S. il 10/03/2010 19:52
    Davvero una splendida poesia.
    Brava!
  • Salvatore Ferranti il 10/03/2010 19:18
    poesia da cinque stelline. complimenti è molto bella davvero
  • laura marchetti il 10/03/2010 19:17
    molto bella, complimenti!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0