accedi   |   crea nuovo account

Attimi esautorati

Ci sono giorni
ai quali non diamo un nome
Ci sono gocce che
scivolano senza sguardi
sotto le scarpe.
Sono passi lenti
e indifferenti
ma quello non è
un silenzio tranquillo.
Quello è un urlo
sommesso
costretto alla finzione,
alla castità.

Ci sono raggi
caduti
da un sole improvvisamente
lontano.

Era un'illusione di luce,
era una menzogna patinata

Possiamo veramente
chiudere il cielo
in un pozzo
d'ombre?

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Narciso D. il 24/03/2010 22:14
    Nelle tue parole ho rivisto me stesso quando chiudo gli occhi sotto la luce pallida e penso a ciò che tu hai trasformato in arte. Brava
  • Anonimo il 21/03/2010 13:35
    Ciao Marysun. Una bellissima poesia. Gli errori vengono e vanno: modifica lo scritto e via, verso altre emozioni.

  • Marysun... il 20/03/2010 23:27
    scusatemi, è scivolato.. errore grammaticale in vista "ai quali", non "a cui", nel secondo verso. ciaoo!!
  • Anonimo il 10/03/2010 23:22
    Pensa che ci sono vite intere senza nome. Ciao!
  • Anonimo il 10/03/2010 21:13
    Il nostro intimo è diverso da quello che appare!
  • loretta margherita citarei il 10/03/2010 21:09
    bellissima, il cielo in un pozzo d'ombre, bravo
  • karen tognini il 10/03/2010 21:03
    Molto bella... un gran bella poesia!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0