PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mi stai uccidendo

Fiume dopo fiume mi abbandono alla solitudine
ormai costante nella mia vita
è diventata un'abitudine
rimanere atterrita
dalla tua ira sul mio corpo che morbosamente piange
per questa tua forza meschina che lentamente infrange
la mia tenera sensibilità.
Fiume dopo fiume mi abbandono all'ossessione
di tornare a difendere cio che è morto già
affamato di sentimento nella sua prigione.
Mi basta un solo tuo sguardo per cadere
per piangere, per morire, per giacere.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Sergio Fravolini il 16/08/2010 14:46
    Molto bella profonda e intensa.

    Sergio
  • Anonimo il 14/03/2010 08:51
    È necessario volersi più bene, trovare la forza di voltare le spalle, per sempre, a tutto ciò che impedisce di vivere una giusta esistenza. È un diritto che va conquistato. Chiudi quella porta e si aprirà un portone!
  • denny red. il 13/03/2010 02:38
    piaciuta!! profonda e intensa.
  • laura cuppone il 13/03/2010 00:23
    una prigionia difficile da accettare nonostante la inevitabile "dipendenza"...
    ...
    Laura
  • loretta margherita citarei il 12/03/2010 20:52
    molto intensa, scritta bene bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0