PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una donna

Rinuncererei all'amore ed al fututro mio
per far vivere a mia madre bene il resto della sua vita
io corda di violino tesa tra due città natali.
Lavello per anagrafe
e Firenze come vita e nascita
di eterna giovinezza prima e adolescenza poi
come una rondine senza antenne
che volteggia, e mai si ferma
e mai discende a toccar di voi la vostra terra
di voi la vostra guerra.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0