PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le ore più malinconiche

Non ricordo più che giorno era:
quel sogno così bello tutto colorato
alto nel cielo.

Mi manca moltissimo ridere
e adesso l'arcobaleno non è più lo stesso
e correre nell'infinito non servirà
ad aprire le porte del passato per rivivere
e raccontarsi e... amarsi ancora.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • terry Deleo il 19/03/2010 20:32
    Alle spalle il passato! è ora di rinascere, di rivivere...
  • laura cuppone il 18/03/2010 17:45
    ci sono molte porte
    ... usciti da quelle attraversate
    si può entrare solo in altre...
    chissà.. potrebbe esser... meglio...

    nostalgica
    laura
  • Cinzia Gargiulo il 14/03/2010 22:19
    Non si possono riaprire le porte del passato se non attraverso i ricordi che vanno custoditi amorevolmente ma guardando al futuro con tanta fiducia e speranza.
    C'è ancora tempo per sorridere ma bisogna volerlo.
    Bella composizione.
    Ciao...
  • loretta margherita citarei il 14/03/2010 13:15
    manca il ridere, piaciuta molto, bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0