PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Certe notti

Io resto esausto
di rubare
ancora al tempo
un gioco di capelli
sciolto con l'alba
sul viso
di sale e vento
bonaccia
coda di maestrale

fra quelle righe storte
ch'era il mare
ieri
disegnavi regole
col corpo
per le mie mani
che adesso scrivono
fra i capelli
note di spartito

che pace qui
e che tormenti
certe notti
inseguite sui muri
dietro ombre di noi

e quei silenzi
chiassosi
di lettere
mai scritte.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 14/03/2010 16:29
    Poesia molto bella, con una nota di rimpianto, però viva. E scritta molto bene.
  • Kiara Luna il 10/10/2008 18:05
    Che ricordi tristi eppure incancellabili.. parte di noi più
    delle carni stesse...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0