PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tre e trentatrè

I palloncini che ho attaccato
scoppiati dall'obeso,
i fili elettrici colorati
trasportati dalla danza,
la più sfrenata.
E le mille bottiglie,
un tracanno ininterrotto.
Siamo nati nella polvere,
meglio se pura
polvere...
E alla fine di tutto,
nel buio che ci inghiotte,
l'energia non si blocca,
provarci e una lotta
che non vale, vogliamo scoppiare!
Qui soli,
e finirà...
e finirà.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0