username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Questa è per te, che mi hai regalato il mio primo respiro

Ti ho sempre deluso..
Qualsiasi cosa facessi non era mai quella giusta,
ed è vero ho commesso tanti errori,
eppure il tuo compito non è forse quello di insegnarmi?

No.. tu sai solo farmi notare i miei sbagli.
Credi che ogni cosa che faccia sia inutile
o che comunque possa diventarlo..
Ed ogni buon risultato era sempre per merito di qualcun altro.

Per quanto ne sai non ho idee, sogni o fantasie,
non ho una vita che vada oltre ciò che credi di conoscere.

Per te non sono niente oltre la bambina che hai cresciuto,
niente oltre ciò che credi t'appartenga,
e non ti importa se poi piango tutto il giorno
e tu non te ne accorgi..
Non ti importa poi se ho desiderato di non esistere,
quando tu credevi giocassi ancora con le bambole.

Tornavi solo per ricordarmi i miei fallimenti, e tutte le volte
me la prendevo con me stessa perchè ti davo ascolto,
perchè ti permettevo di farmi male troppo facilmente..
e tutt'ora è così.

Sei una delle ragioni per cui a volte desidero sparire..
una delle tante per cui ho sempre pensato di scappare.

Ed è anche colpa tua se adesso ho così paura..
ti odio, anche se non potrò mai.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • A. SOFIA il 08/07/2010 14:09
    Capisco molto bene il tuo dolore..
    Ma spero solo che una bella mattina tu ti svegli, ti guardi intorno, e ti accorgi di non avere più paura...
    Un abbraccio.. Sofia
  • Cinzia Gargiulo il 16/03/2010 23:56
    Talvolta il rapporto con i genitori è un rapporto di odio -amore e ci facciamo del male sperando che qualcosa cambi ma bisogno prendere atto della realtà delle cose e accettarle.
    Poesia intensa e piena di sofferenza.
    Ciao...
  • Adamo Musella il 16/03/2010 22:30
    Un rapporto articolato lega madre e figlia, la vita passa attraverso questo legame. molto intensa e dolorosa la tua Cinzia. baci
  • Francesca La Torre il 16/03/2010 14:00
    Coprendo il contenuto fino in fondo, perche' posso dire che l'ho pienamente condiviso anche io, un rapporto di amore e odio con mia madre che e' durato tutta la vita, e' morta dieci anni fa e ancora avrei bisogno di lei, perche' non mi sono mai sentita amata da lei.
  • Anonimo il 16/03/2010 13:33
    Credo che alla base di tutto ci sia una grossa immaturità e tanto egoismo, che i genitori scambiano per amore.
  • vincent corbo il 16/03/2010 10:50
    Con l'esperienza ho imparato che molto spesso i figli sono più maturi e più completi dei genitori. Tu con questa poesia hai dimostrato di esserla, quindi adesso tocca a te di perdonare. Fallo principalmente per te stessa.
  • francesca cuccia il 16/03/2010 08:44
    Si impara sempre qualcosa in questo mondo fino alla morte, che sia dolore. che sia amore, tristi e belle parole.
  • loretta margherita citarei il 16/03/2010 07:37
    versi molto tristi evidenziano una grande sofferenza dell'animo, piaciuta molto