username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vendere il corpo ma, non l'anima

Scende la sera,
il buio della notte fa paura
sai di doverlo fare
mini gonna,
tacchi a spillo,
cuore triste
volto sorridente
per conquistare l'uomo perdente.
Costretta...
doni il tuo corpo
schiava dell'uomo
delle paure
cambi volto e
vai a fare il tuo dovere.
Usata,
trattata male
subisci per pochi denari.
Mangiare e far mangiare
chi su di te vive bene.
In un letto doni te stessa
la tua anima
lì aspetta
la fine
di ogni sera maledetta...!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 18/03/2010 10:46
    Ottima. Veramente, ottima. Frasi e versi molto gravi e tetri, come il volgere della situazione raccontata. BRAVA
  • francesca cuccia il 17/03/2010 10:52
    Grazie Tania, le uo parole mi toccano il cuore, un abbraccio.
  • tania rybak il 16/03/2010 23:45
    corragiosa, vera, dolorosa e quanta sensibilità per chi soffre... sei la bocca della verità, bravissima
  • Regina Ghiglietti il 16/03/2010 20:25
    l'anima non sta a guardare e non aspetta, urla, s'incazza (passatemi il termine) grida ma l'anima può solo darti l'impulso poi sei tu che devi reagire... purtroppo certe persone non lo possono fare... provo molto dispiacere per loro e spero che un giorno riuscirò a non vedere mai più cose del genere... ben scritta complimeti ed è un bene che si scriva e si parli di queste cose perchè ignorarle non serve...
  • francesca cuccia il 16/03/2010 17:43
    Grazie a voi amici per la comprensione ed il vostre leggermi di cuore.
  • Anonimo il 16/03/2010 17:12
    Alcune scelgono di farlo, altre obbligate a prostituirsi... ma penso che l'anima non stia a guardare, almeno lo spero!!!
    Bella Francy, oggi tocchi argomenti importanti, grazie!!
  • Fabio Mancini il 16/03/2010 15:15
    Mi sembra un film con la stessa trama che però si ripete ogni volta. Forse occorrerebbe più solidarietà e meno ipocrisia. Ciao, Fabio.
  • karen tognini il 16/03/2010 15:02
    Venditrici di corpo... povere creature...
    mi dispiace... x loro...
    Arrivare a tanto... ogni storia.. nasconde tanta disperazione!
  • Fabrizio D'Orazio il 16/03/2010 14:52
    profondissima e come descrive bene... complimentononi!!!
  • Anonimo il 16/03/2010 13:29
    Al di là della poesia c'è un contenuto serio e profondo su cui riflettere. Brava Fra
  • laura marchetti il 16/03/2010 11:59
    SEMPRE BRAVA NELLE TUE DESCRIZIONI sai passare dall'amore al dolore...
  • franco buldrini il 16/03/2010 10:33
    molto cruda, la vita riserva anche questo lato. Ben scritta ciao