username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come una sfinge

Non c'è poesia oggi nell'aria
non c'è armonia
il cielo è volgare
senza nemmeno una nuvola
e il mare non ha niente da dire
troppo calmo per trasmettere
brividi che siano seri
non c'è niente che ispiri
la mia voglia d'avventura
me ne sto incollato ad una sedia
con un telecomando in mano
e un libro nell'altra
immobile come una sfinge
coi piedi piantati nel pavimento
che nessuno ha mai pulito
non c'è poesia neanche sul video
non mi rimane che spegnere
cosa ne sarà di me
in questo paradiso
di santi alle finestre
che mi sorridono
con una pendenza sempre uguale
come fossero di cartone dipinto?
Io non sono finto
io non sono finto!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Anonimo il 13/02/2012 17:09
    "immobile come una sfinge coi piedi piantati nel pavimento" ...
    rende bene l'idea di quel che vuoi trasmettere. Bella poesia, si sente la vita dentro. Bravo!
  • ignazio de michele il 28/03/2010 23:45
    se ci si adagia e, non si reagisce... bella composizione
  • Dolce Sorriso il 16/03/2010 21:01
    e poi, all'improvviso la poesia ritorna spalancandoti le braccia...
    piaciuta anche se leggo parecchia tristezza
    bella
  • denny red. il 16/03/2010 18:01
    bravo salva, bella poesia complimenti!!
  • cesare righi il 16/03/2010 16:33
    Sì, sei vero e si sente...
    bella
    ps: la poesia non è moribonda... vedi
    ciao Salvatore
  • loretta margherita citarei il 16/03/2010 16:32
    i santi alla finestra, originalissima, ma ti rifarai domani, bei versi salva, super bravo
  • Anonimo il 16/03/2010 16:05
    Salvatore riflessivo... profondo... esprime sentimenti, pensieri.. Bravissimo
  • Anonimo il 16/03/2010 15:52
    Mentre eri seduto come una sfinge il tuo cervello frullava, sentiva che la ribellione interiore parlava e l'hai trascritta come fa un poeta quando percepisce sensazioni... le scrive su di un foglio bianco e quando rilegge capisce cosa gli succede!!
    Non sei finto, magari confuso ma è giusto esserlo ogni tanto, aiuta a conoscersi!!
    Ti abbraccio...
  • Fabio Mancini il 16/03/2010 15:38
    Versi che trasmettono il sentimento di ribellione. Ma qualcosa bisogna dire, o fare. Ciò che importa è non sentirsi isolati. Un abbraccio, Fabio.
  • Anonimo il 16/03/2010 15:09
    Meravigliosa e meravglioso tu Salvatore, bellissima davvero.
    Ciao, B. Roses.
  • Patty Portoghese il 16/03/2010 15:03
    Bellissima Sal... Un vero urlo il tuo... Nel silenzio. Applausoni!!
  • Fabrizio D'Orazio il 16/03/2010 14:17

    mi piace
  • Anonimo il 16/03/2010 13:06
    Importante è accorgersi ancora di non essere finiti e di non cadere nella becera confusione mentale di tutti gli altri!
  • Elisabetta Fabrini il 16/03/2010 13:00
    avverto un sottile filo di amarezza nelle tue parole.. ma d'altra parte non tutti i giorni sono uguali... cmq è bellissima salva... scritta col cuore...!
  • Anonimo il 16/03/2010 11:45
    Originalissima l'immagine di un cielo che, senza nemmeno la sfumatura una nuvola,è ordinario e il resto della poesia va di pari passo. Ma quel verso, la pagherebbe già tutta. Bella
  • karen tognini il 16/03/2010 11:35
    Ma... Salva... ti sento triste...
    chi è che ti dice che sei finto???... per me... sei splendido...
  • laura marchetti il 16/03/2010 11:21
    ciao... finalmente posso rileggerti! è sempre una bellissima emozione BACI

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0