PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il colombo

inimitabili sfumature lattee
preannunciano l'alba
briciole di palazzi
sospinti da un irreale soffio eolico
disegnano mulinelli e
bussano a tutti i vetri.
si allontana il vortice
è il momento
dall'anfratto murale
il vecchio colombo s'avvia
con maestria, plana, s'impenna
scivolando d'ala, compone
coreografie aeree.
è un lampo quel faro
un attimo d'abbaglio e
il rombo travolge, morde ciecamente.
il vecchio colombo, ad ali spiegate
rimane lì, inanimato
su quel raro fazzoletto verde
fra il grigio urbano

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 17/03/2010 12:56
    mi piace la chiusa ansiosa... BELLA INCALZANTE...
    BRAVO!!!!
  • ignazio de michele il 17/03/2010 12:45
    signore e signori, un sentitissimo grazie.
  • denny red. il 16/03/2010 23:51
    piaciuta!! ben scritta bravo!! ignazio
  • karen tognini il 16/03/2010 21:24
    Bella... La vita in città deve essere veramente... grigia!
  • loretta margherita citarei il 16/03/2010 20:05
    è come se avessi assistito alla scena, ben descritta, coivolgente, bravissimo
  • Anonimo il 16/03/2010 19:17
    È molto bella, ma la fine mette un senso di angoscia e fa pensare anche alla realtà dell'uomo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0