accedi   |   crea nuovo account

Riflessione

Si è spento il pc
ali spezzate in quella voglia
di volo
Dentro oceani inesplorati
fra persone e occasioni sfiorate
Si è spento l'incanto di essere vicino
anche lontano
Sono qui con il mio notes
e la mia penna in mano
a parlare con un foglio da sola
con chi non c'è
come sempre io e me
Nella vita di sempre
si può essere soli in mezzo alla gente
Mi manca un confronto, una presenza,
una carezza, uno schiaffo, uno scontro
Sentire che dietro quella foto o quella poesia
c'è un cuore che batte
è già nostalgia
Si è spento il pc
si è spento l'incanto
ed il giorno è tornato ancora notte
il sorriso in un pianto
silenzio
Aspetto
che la vita che è dentro quel mare
dentro quel cuore
riparta si accenda
riflessione giusto il tempo di un fiore
Apparizione
il tempo di un saluto
per dire a chi mi ha incontrato
che io ci ho creduto
Intanto son qui con me
ma lontano
io con il mio notes
e la mia penna in mano

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • denny red. il 18/03/2010 04:56
  • Anonimo il 17/03/2010 13:35
    Bellissima poesia; e che il pc si riaccenda al più presto: come facciamo senza te?

  • loretta margherita citarei il 17/03/2010 11:45
    bella riflessione, accomuna tante persone, piaciutissima
  • Simone Scienza il 17/03/2010 10:06
    Ma guarda cos'è uscito dal monitor: un notes e una penna
    Impossibile isolare queste emozioni, in qualche modo arrivano sempre.

    Pensiamo noi a tener compagnia alla tua solitudine, vai tranquilla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0