username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il tocco dell'imprevisto

Dopo il tocco
dell'imprevisto
l'unico e solo
abito nudo
ti allontanasti
cosmonauta leggero
con l'ossigeno attaccato alla bocca
nuotando rarefatto e sorridente
nell'aria senza l'aria del mio petto



Tutto quello che vidi
senza guardare
fu il fumo lento
della mia sigaretta
incenerirmi
senza repliche di sorta
ma con l'ultimo
evidente sale
colante sulle ginocchia



Ed il sospiro guarì dalla follia
e tutto divenne chiaro e spietato
tutto si rovesciò nella clessidra
tutto rovinò
nel reale



Ed il sospiro divenne male
incapace
di sospenderti nel volo
ma soltanto nella retina
incantata
dalle movenze delle tue spire
intorno alla gola



L'ovatta delle mie orecchie
fu dura cera
disciolta piano dall'incedere
del Vero
Imperatore
ed ascoltai il polline
sollevarsi al vento
e guardai il mio gatto
fissare
la pioggia...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • laura cuppone il 19/03/2010 11:41
    Sergio
    forse una delle cose
    più piacevoli da sentire
    quando si scarabocchiano pensieri
    ... con l'acqua
    col sudore
    col sangue
    col sorriso... ...
    é... che qualcuno
    li senta anche suoi... un pò...
    ...
    grazie
    laura
  • Sergio Fravolini il 19/03/2010 08:26
    sembrano versi scritti per me... i sopsiri negli sguardi che si alzano in cielo al primo alito di vento come i tanti perché.

    Sergio
  • laura cuppone il 18/03/2010 09:30
    .. nel vostro accogliermi
    non posso far altro
    se non ringraziarvi
    dei vostri sguardi
    intensi... e dolci.

    Laura
  • Anonimo il 17/03/2010 20:46
    Piaciuta molto.
  • denny red. il 17/03/2010 17:53
    bellissimo disegno colori splendidi di emozioni brava laura molto bella!!
  • Nicola Saracino il 17/03/2010 14:50
    Un Vero Imperatore, essere fermo lambito dalla miriade di accidenti del divenire... e immerso nella vastità degli occhi di Laura... N
  • Anonimo il 17/03/2010 12:27
    Il nostro stato emotivo è coinvolto totalmente e più intensamente dalle situazioni inattese. Poesia molto bella, come al solito.
  • loretta margherita citarei il 17/03/2010 11:39
    tristemente nostalgica, piaciutissima
  • Salvatore Ferranti il 17/03/2010 10:04
    splendida. le tue poesie hanno un certo non so che che le rende speciali
  • Samuele Scagliarini il 17/03/2010 10:03
    Meravigliosa Laura! Mi piacciono tantissimo le immagini che hai usato... il passaggio dal concreto all'emozione...

    Che il Vero Imperatore ti stia accanto sempre e ti riveli la strada..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0