PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Strana creatura

Uomo strana creatura quasi ultra terrena
Perche mai non sai amare
Perché non sai l'amicizia dove regna
Perché perfetto t'innalzi su scienza e storia.
Non sai curare un bene?
Mi fai sentire persa mentre ti esamino corrotta
E vedo solo freddo e vuoto
Come si finge una parola
Come si finge un sussurro, così tu fingi la tua vita.
Mi chiedi seduzione, silenzio, essenza.
In tutto questo mai sento la tua soddisfazione.
Ho tessuto il corpo di un Dio
Ho imparato le leggi del cielo
Ho invecchiato la mia malinconia
Perche eri il mio essere speciale.
Come angelo caduto
Ora sei demone sterminatore di quello che una volta
era il mio castello.
Non sgrido il tuo creatore e nemmeno mi chiedo perché ebbe voglia di vederti creato.
Sei un'ossessione tremenda, hai guarito il mio amore.
Sarei stato l'animo che avrebbe curato il tuo essere, ora sono persa,
e nella nebbia trovo solo i miei sogni
Che viaggiano tra le sponde dei morti...
Percorrerò quello Sceol, mi siederò, m'inebrierò con la bonaccia dei sensi.
Trame di canto donerò alla vita, che prima persa, riprendo con vigore,
perche diedi un nome all'amore e diedi nome a te!

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • esther iodice il 21/03/2010 15:06
    il, tuo appassionato e noto commento, fa onore alla mia anima che non poteva sperare tanta osservazione
  • Adamo Musella il 21/03/2010 14:06
    Una voce in coro parla e ci descrive, l'umanità, perché qui la vedo descritta tutta, la voce critica quella di una donna che vede dove noi non riusciamo perché troppo distratti e assorbiti dal molteplice; dire o comandare anche sui sentimenti forse non fa onore a questa umanità, ma semplicemente accade. Impedirlo o ricondurlo alla verità o solo al centro dei sentimenti assai difficile... l'umanità è anche questo. poesia di grande valore filosofico ed è impressionante l'influenza teatrale. note di colore per la tua Esther. baci.
  • denny red. il 18/03/2010 04:46
    piaciuta!! esther sempre brava!! ... l'anima di Mia Martini cantava "gli uomini non cambiano mai.."
    ciao
  • francesca cuccia il 17/03/2010 19:55
    L'uomo non può mai capire cosa cerca una donna, pensano a se e su di noi sono superficiali per fortuna credo che non tutti siano uguali, l'impresa più grande è riuscire a trovare colui che sappia veramente amare.
    Belle parole, brava, un caro saluto.
  • luigi demuro il 17/03/2010 18:50
    Versi incalzanti e vivaci. Traspare la delusione ma anche (e sopratutto) la voglia di rivincita. La Rinascita è nell'aria: si percepisce con forza. E si respira la tua forza alla fine. Versi che danno speranza.
  • esther iodice il 17/03/2010 12:54
    e se questo ruolo gli è stato dato sarà perchè reputato idoneo a sostenerlo, eppure algtrove si mpegna si supera, quì muore...
  • Anonimo il 17/03/2010 12:29
    Sì, l'uomo è così, ma forse è solo paura di amare, paura di perdere un ruolo che ha sempre avuto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0