username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La scala musicale

Come si può
un Do o Re
dar,
piano o forte
che sia
quando
la marea
è vicina
arrecando dolore.

Come si può
un Mi o Fa
intonar,
quando
il core
mi fa male
nella visione
di corpi straziati
dal sisma capriccioso.

Come si può
strimpellare
un Sol o La
quando
il sole

tra le macerie
più non arriva.

Come si può
un Si o Do
trombettar
quando
non si sa
se ci siamo
ancora domani.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Hamid Misk il 12/09/2011 07:48
    Bravo, originale amico mio.
  • Anonimo il 18/03/2010 01:16
    il tuo stile... inconfondibile Don.. Fortissima!!!!
  • Anonimo il 17/03/2010 20:45
    Bellissima
  • francesca cuccia il 17/03/2010 19:40
    Non si può si decide tutto in giorno in giorno, piaciuta molto. bravo Don.
  • Salvatore Ferranti il 17/03/2010 17:41
    opera interessante. mi è piaciuta
  • alice costa il 17/03/2010 15:39
    una bellissima scala musicale..!!!!
    Bravo...
  • denny red. il 17/03/2010 13:40
    bella!! scritta molto bene, triste.. musica, bei versi bravo don ciao
  • Anonimo il 17/03/2010 13:04
    Come si può non guardare sempre all'essenziale!
  • loretta margherita citarei il 17/03/2010 11:26
    come sempre il tuo stile colpisce, piaciuta
  • cesare righi il 17/03/2010 11:04
    Lo sai che è veramente... veramente... musicale anche se, purtroppo, l'argomento trattato è triste. Originale e intelligente sinfonia.
    Sto pensando di darti una provincia caro Magno Pompeo
    ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0