PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Leggenda (Nannina)

Hai abbandonato questo delirio di mondo
lasciandoti indietro sudditi affamati
desiderosi, ancora, dei tuoi insegnamenti.

Ti vedo sorridente,
piena di te,
orgogliosa della grande femmina che sei stata.
Ancora ti vedo mentre racconti la tua guerra
e ne mimi le scene come se le stessi vivendo realmente.

Chiedendo di te, rispondevano:
E chi l'accid a Nannina?!!

I tuoi grandi occhi verdi pieni di vita,
così energici, così ammalianti,
hanno strappato cuori, afflitto nemici,
inibito figli,
hanno innamorato qualsiasi cosa.

Bella Nanninella mia,
mi hai riconosciuto anche in pazzia,
e non riesco a ricordarti in nessun modo
che così:
come una grande femmina e donna vittoriosa,
che dal balcone urlavi e salutavi la gente,
che facevi scappare chiunque cercasse di schiacciarti,
che fiutavi gli affari tenendoti aggiornata con questi tempi.
Orgogliosa dicevi la tua,
e quando ridevi la stanza si riempiva di sole,
nessuno ti ha mai vista versare una lacrima.
La tua forza non finiva mai,
la stanchezza non la sentivi mai,
il tuo dolore era un giardino segreto.

Sei nell'anima e lì ti lascio per sempre.




"Il ricordo sarà la tua immortalità, le tue storie saranno tramandate per generazioni. Ovunque tu sia, sono sicura che stai narrando la tua leggenda anche lì"

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0