PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sai

Sai,
spesso mi chiedo
se quello che ho fatto
sia mai servito,
con tutte le lacrime
ed i sorrisi che ho dato,
ho aperto mai un cuore
giocato col fuoco
un altro peccato...

Sai,
ora ti vedo
sei sempre la stessa
donna incantevole,
non perdi mai l'attimo
per esaltare la vita,
e doni l'amore
anche quando c'è neve
dentro di te...

Sai,
non ho più il freddo che
sentivo con lei,
ma solo il calore di
una nuova emozione,
che sai regalare
e non vuoi tenere
solo per te...

Non ho più il tempo per
lasciare che sia,
la mia ragione
a guidare il mio cuore
ma una sana follia...

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 07/06/2010 19:19
    Caro bruno, non sono i commenti l'oggetto della tribuna ma solo la poesia, come da regolamento a cui iscrivendoti hai aderito. «... commenti superflui...» mi sembra un'espressione un poco forte non credi?
  • bruno guidotti il 07/06/2010 19:15
    Tralascio i commenti superflui che lascio agli esperti e mi complimento per la bella poesia.
  • mariella mulas il 18/03/2010 16:06
    Colgo come una danza su una mattonella... un po' timida ma con il cuore che batte batte... e tu che pensi o sussurri... Bellissima!
  • Anonimo il 18/03/2010 13:37
    Molto bella l'idea della sana follia!
  • Patty Portoghese il 18/03/2010 11:41
    Piaciuta molto, scritta con il cuore
  • loretta margherita citarei il 18/03/2010 10:50
    concordo con andrea, ma mi piace molto
  • Anonimo il 18/03/2010 10:08
    Buona, intimista, ma buona. Credo che forse meno aggettivazioni sicuramente avrebbero reso la tua opera meno grave e più armonica. Nel verso libero la velocità dello scorrere del verso è tutto, o quasi. Mi piace.