PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sono giorni

Sono giorni
che il telefono ha smesso di squillare,
mi trovo a fissarlo ore intere,
incollata allo sgabello a tre piedi.

Sono giorni
che la pioggia non cessa di tamburellare sui vetri,
finirà per portarsi via i colori dell'inverno,
lasciandoci un vecchio schermo in bianco e nero.


Rimangono due bicchieri vuoti sul tavolo,
la tua giacca appesa, il tuo cuscino sgualcito,
il tuo odore tra le lenzuola, il tuo sapore addosso.

Sono giorni
di rumore d'auto nel cortile,
di passi sulle scale,
di risate oltre la porta sul pianerottolo.

Sono giorni
che non sento più la chiave girare nella toppa.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 16/05/2011 20:45
    accidenti è semplicemente magnifica!
    Complimenti... veramente! ottimo lavoro
  • Sergio Fravolini il 16/08/2010 19:29
    Una granbella descrizione.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0