accedi   |   crea nuovo account

Memorie d'un gabbiano

In tanto im.. mondo
contaminato
non vorrei mai esser
nato.

Mamma faceva il bagno al mare,
prendeva la pappa,
anch'io c'ho provato, ma è unta,
mi scappa.

Grazie al petrolio però io posso
galleggiare,
galleggiare su di un mare di morte
mi stringe l'appicci.. cosa,
oleosa sorte.

Sono condannato,
attendo l'ultimo pasto
fritto col gasolio,
non è che sia un rosolio

Mi strappo una penna,
scrivo una poesia,
da questo mondo volo via,

con lacrima nera
penso a mamma pennuta,
lei, che almen la vita
si è goduta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/08/2013 11:45
    Molto apprezzata... complimenti.

11 commenti:

  • giuliana marinetti il 21/03/2010 10:35
    Tristemente vera, commovente,
    (mi strappo una penna, scrivo una poesia,
    da questo mondo... volo via!)
    queste parole strappano una lacrima!
    ciao
  • Paola B. R. il 19/03/2010 19:30
    ... Ma???!!! Io ero rimasta in pizzeria... ed ora affogata nel petrolio... da un sorriso una lacrima... spesso non ci vogliamo bene... Bravo Simo, molto coinvolgente...
  • Auro Lezzi il 19/03/2010 18:26
    È però.. Questa è tutta POETICAMENTE SCIENTIFICA
  • loretta margherita citarei il 19/03/2010 16:36
  • tania rybak il 19/03/2010 16:27
  • karen tognini il 19/03/2010 15:48
    Che tristezza... Simo... povero mondo che sta morendo...
  • cesare righi il 19/03/2010 14:03
    buchi nell'ozono, aeroplani, inquinamento ecc...
    atteno Simongabbiano che anche in cielo non è così sicuro

    hai sempre un ritmo gradevolissimo
  • Anonimo il 19/03/2010 14:01
    È una poesia vera, lentamente stiamo uccidendo tutto, ma il peggio è che fingiamo di non accorgercene.
    Pensa che Roma ultimamente è popolata da numerose famiglie di gabbiani. Cosa che prima non era così!
  • Anonimo il 19/03/2010 11:45
    Cinque stelle
  • francesca cuccia il 19/03/2010 11:23
    Brutta verità , sempre bravo il tuo descriverla caro Simone, bravissimo.
    Un manto d'olio, il volo di un gabbiano in un atterraggio non sicuro, bella.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/03/2010 11:11
    Grandi memorie scientifiche... in un mondo immondo... scopro di essere una Pietra ad olio...
    Oro nero luci d'inconscio...
    Applausi Simo... sei un'arca s mo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0