PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viole

Continuando
a calpestar
con li
passi miei pesanti
la tera
de li campi
in fior,
acciaccai
ne le viole
e queste
lo sgambetto
facendomi
con la faccia
ne lo fango
andai,
e sol allora
lo sguardo mio
levando
m' accorsi
de la loro grandezza
e dignità
pur nella loro
semplicità.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Adamo Musella il 21/03/2010 12:22
    La semplicità nasconde l'infinita bellezza della vita. bravo Don questa è poesia. ciao
  • Donato Delfin8 il 20/03/2010 00:22
    Concordo.
    Ottima Don.
  • Cinzia Gargiulo il 20/03/2010 00:06
    Adoro le viole e il loro profumo.
    Molto bella la tua poesia.
    Un abbraccio...
  • Dolce Sorriso il 19/03/2010 21:29
    sento il loro profumo inebriarmi...
    molto apprezzata
    bravo
  • loretta margherita citarei il 19/03/2010 20:26
    profumatissime le violette ne ho a iosa nel giardino piaciuta
  • Anonimo il 19/03/2010 19:06
    Profumata e delicatissima poesia. Sabrina... ora ho il nome d'arte, noterai...
  • Paola B. R. il 19/03/2010 18:52
    Ahh! C'è la seconda parte... un cammino impegnativo!!!!... L'umiltà è un bellissimo pregio!!!!! Bravo
  • francesca cuccia il 19/03/2010 18:47
    Bellissime parole, bello il finale, piaciuta complimenti.
  • laura cuppone il 19/03/2010 18:13
    punto di vista... scusa
    ...
  • laura cuppone il 19/03/2010 18:12
    un punto di vita
    può cambiare
    un'opinione
    o aprire orizzonti
    nello squarcio di un muro...

    bella!!!!!!

    laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0