username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Declino sguardi

Declino
sguardi
[oltre
l'ombra
di me
nel corpo
di una stanza
che m'assomiglia
d'odori
e gusti]
sul letto,
sfatto,
sgualcito
di respiri
e mani,
raccolgo
frammenti
di pelle.

Sparsi,

ovunque,
sogni
a brandelli.

Ora è pulito,
senza parlare
me ne vado.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Sergio Fravolini il 30/03/2010 09:34
    Scrivere con molta calma... uno stile differente dagli altri. Frammenti di respiri appoggiati a brandelli di parole.

    Sergio
  • Aedo il 20/03/2010 17:06
    Ti osservi dal di dentro, per ritrovare qualcosa che si è perso. E così sei pronta per ricominciare... Bella poesia!
  • Anonimo il 20/03/2010 12:04
    In ogni storia persa si perde un pezzetto d'anima, l'anima di chi non ha paura d'amare è però immensa e avrà sempre tanto da dare...
  • vincent corbo il 20/03/2010 07:25
    Versi molto densi e nitidi. Quasi come gocce di miele.
  • loretta margherita citarei il 20/03/2010 06:24
    scritta benissimo s'avverte l'amarezza, bravissima
  • Narciso D. il 20/03/2010 03:26
    Taglia il respiro e le emozioni restano lì sospese, indecise fino alla fine sul grande salto.
    È bellissima, complimenti.
  • Ivan Bui il 20/03/2010 01:28
    ... i versi sono bellissimi, di una sofferenza quasi insopportabile.
    Prole cara agli eterni! assai felice
    Se respirar ti lice
    D'alcun dolor: beata
    Se te d'ogni dolor morte risana.
  • Adamo Musella il 19/03/2010 23:13
    Ho percorso quella strada, ci ho scritto sopra e ora ritrovo un pensiero molto intimo. una poesia bellissima, brava Elena. baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0