username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Asfissia Psicologica

Eri in me prima ancora che ti pensassi.
Grammatica delle emozioni.
Parallelismo perfetto.
Giocavamo.
Oggi, tu sei un'altra!
Tutto in te è aggressione e
lo starsene lontano è reazione,
ristabilimento del proprio equilibrio.

Crei solo monumenti di morte.
Non della morte vera ma di quella che devi vivere,
che fai vivere agli altri, a me.
Annienti ciò che è.
Forza astratta di uccidere.
Astratta.
L'ambiguità è il tuo strumento espressivo.
Riconosco il tuo linguaggio sfuggente.

Freno la mia natura esplosiva.
L'ira non è gratuita.
Il concetto del bello, centro di gravità emotiva,
è totale pienezza.
Tu, mi hai svuotato.
Hai distrutto i miei occhi per non farmi vedere.

Indovini e sacerdoti,
Apollo, sterminatore intollerante,
Afrodite, ingannatrice,
e tu, Zeus, imperscrutabile,
rendetemi la potenza del cieco Tiresia.
I canti oscuri non saranno rivelati
ma lei, incline all'ostilità pura,
non avrà armi per la mia rovina.

 

2
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ivan Bui il 21/03/2010 22:22
    Versi di rara bellezza, amarezza, tristezza, ma anche una grande forza. Davvero bravissimo.
  • B. S. il 20/03/2010 15:49
    Una tra le più belle che abbia mai letto.
    Davvero bravo.
  • Elisabetta Fabrini il 20/03/2010 14:53
    sentimenti forti, un po' tristi, ma sono resi molto bene... bravo davvero, complimenti!
  • Elena Rossi il 20/03/2010 13:24
    Traspare molta amarezza ma nella chiusa la voglia di opporsi c'è. ciao
  • Salvatore Ferranti il 20/03/2010 11:56
    poesia molto bella... bravo
  • Anonimo il 20/03/2010 11:54
    Molto bella. Complimenti.
    un saluto.
    sabrina.
  • loretta margherita citarei il 20/03/2010 10:22
    ma che bella, gli archetipi degli dei abbinati all'animo umano piaciuta
  • Auro Lezzi il 20/03/2010 10:13
    Dopo la prima alla seconda che leggo ti do l'ante dimenticato benvenuto e grazie per aver iniziato a farci sognare con i tuoi magifici ed intensi versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0