PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non sapevo

Non sapevo che l'amore rende ciechi, sordi e muti.
Non sapevo che queste catene mi avrebbero impedito di essere me stessa.
Non sapevo cosa avevo quindi non ho sofferto nel perderlo.
Non sapevo piangere fino ad ora.
Non sapevo cos'era il dolore fino a quando non l'ho visto riflesso negli occhi della mia carnefice.
Non sapevo cos'era la disperazione finché non l'ho vista riflessa negli occhi dello specchio.
Non sapevo quanto male potesse fare un coltello nella schiena.
Le mie ali squarciate dalla lama delle tue parole.
La mia bocca riempita di vino per non sapere più niente.
Le mie orecchie tappate da mani gentili per non farmi sentire le mie stesse urla.
Non sapevo cosa ho perso quindi non ho pianto per la sua scomparsa.
Ma ora ho riaperto gli occhi piena di terrore. Ora ricordo chi sono e che cosa volevo.
Ricordo ogni cosa che ho perduto, nell'oceano dell'illusione.
Nel mare dell'ipocrisia, affogo.
Non sapevo che amarti mi avrebbe ucciso.
Non sapevo che donarti il mio cuore mi avrebbe resa schiava.
Ora non mi resta che raccogliere le piume delle mie ali, ridotte in brandelli, e uscire da quella porta tornando al buio.
Al sicuro.
A casa.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Regina Ghiglietti il 22/03/2010 15:36
    cara Tanya ti ripeto quello che già avevo detto a Paola, per me il buio è sempre stato un posto sicuro dove da sempre scappo per proteggermi da tutti e a volte persino da me stessa... l'autostima non è il mio forte purtroppo ma ci sto lavorando^^
    un bacio anche a te e grazie, grazie davvero per le belle parole che hai sempre per me^^
  • tania rybak il 22/03/2010 01:22
    cara ragazza, perche no cerchi di amare te stessa, te lo meriti... al buio fa sempre freddo, puzza di muffa, non c'è alcun calore, perche hai tanta paura del sole? triste, anche se scritta bene... l'amore consapevole non è mai ciecco... un bacio
  • Regina Ghiglietti il 20/03/2010 19:17
    ciao Barbara concordo con il tuo pensiero e ti ringrazio dal profondo del cuore per apprezzare la mia poesia un abrraccio Regina^^
  • Barbara Scarinci il 20/03/2010 17:30
    Brividi e ancora brividi per una bellissima poesia!! Ogni esperienza, bella o brutta, aggiunge qualcosa alla nostra vita, l'impotante è viverla intensamente! E comunque sì... l'amore rende ciechi, sordi e muti!!!
  • Regina Ghiglietti il 20/03/2010 17:09
    grazie Francesca sei molto gentile e condivido il tuo pensiero infatti la storia di cui parlo mi ha fatto crescere molto...
    Paola mi sento di darti una spiegazione, per me il buio, le tenebre sono sempre state come uno scudo un posto dove mi sentivo e purtroppo mi sento protetta, detto questo ti ringrazio e ti mando un bacio^^
  • Francesca La Torre il 20/03/2010 16:55
    Bellissima, quando e' vero amore, si raccolgono cosi' i cocci, ma quando si arriva alla mia eta', si apprezza anche il fatto di averlo vissuto un amore cosi', anche se non corrisposto allo stesso modo.
  • Paola B. R. il 20/03/2010 16:07
    Al sicuro, a casa... ma, non al buio!!!! Ciao un bacio!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0