accedi   |   crea nuovo account

Padri ie fighi

nta la me vita io fici du miravighi
sunnu i me fighi
pinsati quanta fatica pi farli ranni
ci voli l'aiutu puru di nanni
crisciunu crisciunu lu tempu vola
arriva u primu ionnu di scola
ah beddu cocci i piru
chi si biddittu cu fataleddu niru
e quannu arriva a maggiuri eta
tanti cosi non su chiu i stissi
veru ie puru me padri mu dissi
viautri lungati e niautri scuzzamu
ma non pi qistu nenti chiu damu
boni cunsighi e paroli d'amuri
ma nto stissu tempu nu pochu duri
arriva lu tempu ca pighi u me postu
mi cala na lacrima e pensu a quantu eri tostu
ora io i me niputi baliu
e u padri la fari tu fighiu miu

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 11/08/2015 08:44
    Molto apprezzata... complimenti.

1 commenti: