username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Analisi del Sublime

Spazio incorporeo,
crocevia di
congiunzioni alchemiche.
Riferimento simbolico
di legami morbosi,
di ombre soffuse.

Vortice oscuro, multiforme.
Vagina ospitale e vellutata.
Disillusione di fisionomie esterne,
di deliri dionisiaci.
Evanescenza post coitum.

Al di là delle tenebre,
il Vero subentra al Bello.
Inganno dei sensi?
Incerto tra il sorriso e la compassione,
con una smorfia satiresca,
mi sveno in un bagno caldo.
Elevatio animae.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • vincent corbo il 04/04/2010 07:36
    Credo che il Vero sia sempre Bello, perchè la Verità è la massima espressione della Bellezza anche quando sembra orribile. Buona Pasqua da Vincenzo.
  • Salvatore Cipriano il 27/03/2010 21:40
    Ripeto quello che ho detto intersechi, espressioni di vasta cultura con sensazioni corporee come a voler creare un vago sogno, ciò che in fin dei conti sono le tue poesie...
    PS non svenarti mai sul serio eh
  • Anonimo il 23/03/2010 19:06
    Bellissima poesia, ma troppa ricerca della perfezione, ironicamente dicevo sotto, a volte si trascina via l empatia. È una umile piccola constatazione di un'autodidatta. Ho studiato ma non materie classiche.
  • Anonimo il 23/03/2010 15:48
    Un po' più retorico, non riesci ad esserlo?
  • Salvatore Ferranti il 22/03/2010 11:36
    poesia introspettiva, ben scritta... bravo
  • Daniela Treccani il 22/03/2010 03:57
    Che brutto svenarsi in un bagno caldo, senti la morte che arriva e le forze che ti lasciano BRRRRRRRRRRRRRRRRR bella poesia però

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0