accedi   |   crea nuovo account

Il profumo del pane caldo

Profumo di pane caldo
appena sfornato
e la pizza croccante
intrisa dell'olio più buono
germogliano un'aria di festa
al solo ricordo.

Voci allegre di bimbi
che corrono scalzi
su strade sterrate
tra querce ed ulivi,
una vecchia appoggiata al bastone
ferma davanti alla casa...

e poi uomini e donne,
buttate alle spalle le pene,
uno sguardo al cielo
e via al lavoro
tra papaveri rossi
e azzurri fiordalisi.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Donato Delfin8 il 28/03/2010 20:07
    Piaciuta.
  • Don Pompeo Mongiello il 26/03/2010 20:24
    Un bel cinque stelle per quei momenti ritrovati in questa poesia. Ti invito a visitare i miei racconti culinari.
  • Aedo il 21/03/2010 23:27
    Sono profumi, che oggi si sono persi... Brava Patrizia!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 21/03/2010 15:18
    molto bella, bella rievocazione dei tempi antichi, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0