accedi   |   crea nuovo account

Ventunotre

Bentornata bimba
dai capelli d'oro.
Le labbra sorridono
gli occhi ammirano
il cor s'infiamma.
Sei Prima, sei Vera,
pennelli in mano
pennelli tra i denti
tavolozza pronta.
T'appresti il ventuno
a dipingere il mondo
con i tuoi colori vivi.
E prepari la scena.
Lucente palcoscenico
della nostra serenità
per i prossimi tre mesi.
Tu che incantasti gaia
nei tempi passati
il maestro Botticelli,
con la perfetta bellezza
esaltata dallo splendore
della tua nudità.
Benritrovata primavera.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Daniela Treccani il 22/03/2010 03:47
    Bella, anche se visto le allergie, vorrei fosse già estate, ma mi piace quest'aria tiepida e i fiori che sbocciano, foglie che germogliano, insomma un incanto, sai a volte mi spiace persino calpestare l'erba che è tanto tenera.
    bella poesia
  • Anonimo il 21/03/2010 21:57
    Auro, questa bella con i capelli dorati, bellissimi colori e profumi è arrivata in punta di piedi... bagnando di pioggia ma riscaldando l'aria, spruzzandola dei suoi primi odori di fiori che stanno sbocciando...
    bellissima primavera!!!
  • Paola B. R. il 21/03/2010 16:04
    ... ma, dov'è??? Qui c'è un gran nuvolo!!!! Almeno la leggo da te!!!
  • loretta margherita citarei il 21/03/2010 15:14
    la Simonetta che a quei tempi posò x il botticelli, ancor fa parlar di se, splendidi versi auro.
  • karen tognini il 21/03/2010 15:11
    La primavera di Botticelli... che emozione!...
    ma quella vera.. con i profumi di fiori la preferisco...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0