username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Prima

Usignolo
sui rami di un bianco ciliegio
intoni note d'amore
Nubi disegnate nel cielo
bianchi spartiti
Ronzii
violini di vespe e calabroni
danzano attorno ai calici dei fiori
inebrianti da quella armonia
Aspettano come pause fra note, i merli sui rami
che la magia li trasformi in
rosse avide passioni
per saziare il lungo digiuno invernale
Gocce, lacrime di rugiada
piangono dalle timide e lucide foglie
e cadendo a terra si aprono in
bianchi laghi
le margherite!
Rientrano in frac le rondini
da esotici lidi
a riprendersi la scena
Preludio in crescendo
gioioso concerto
Inno
alla primavera
Signori e Signore
siete tutti invitati
alla prima
Si apra il sipario
che lo spettacolo
della prima... vera
originale e unica
rappresentazione
abbia inizio!

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Raju Kp il 21/03/2010 20:01
    Poetico.. belle immagine di primavera.. cambia tutto con suo arrivo
  • Anonimo il 21/03/2010 18:47
    Che dire... melodiosa!!! Certo la vera Primavera, fatta d'Amore, Sorrisi e Sesso,è quella che si può trovare in noi stessi;ed è buona per tutte le Stagioni!!! Baci
  • Anonimo il 21/03/2010 18:29
    La primavera... belle immagini Laura... Brava!!
  • Paola B. R. il 21/03/2010 15:56
    La Prima della Primavera... uno spettacolo sempre bellissimo che attendiamo ogni anno!!!
  • karen tognini il 21/03/2010 15:09
    Una poesia meravigliosa... viva la primavera!... anche se oggi pare autunno...
  • loretta margherita citarei il 21/03/2010 15:08
    bella celebrazione da fiaba, sono in tensione però, le api stanno scomparendo ed anche le rondini, speriamo bene

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0