PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Storia di un anima

Mi ero innamorato del mio fantasma
Ma lei ne aveva troppi per scambiarne uno

Forse ci voleva più tempo per trovare il contorno adatto
Forse era il tempo il contorno esatto

Ieri ho brindato alle cornici
Come elementi stabilizzatrici

Che all'opera d'arte non danno espansione
Ma che dell'opera fanno un oggetto d'esposizione

Tu che volevi viver senza cornice
Da veder solo col tuo fantasma

Ti sei dispersa in infiniti viaggi
Ed hai assunto innumerevoli forme
Di una bellezza da miraggi

In terra cambiavo strategia ad ogni tuo passo
Ma ne vedevo sempre l'ombra
Come il gatto che ne è attratto

La su le stelle abbassavan il loro sbalzo
Cadevan giù di soprassalto
In illusorie visioni scherzo

Adesso non resta che una cornice d'inchiostro
A materializzare un fantasma perso

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/07/2013 13:49
    Nulla è più facile che perdere di vista i fantasmi... Ma tu sei riuscito almeno a captarne la fantasia poetica.

2 commenti:

  • Anonimo il 22/03/2010 19:29
    Molto ben scritta e significativa.
  • loretta margherita citarei il 22/03/2010 16:48
    ben scritta e ben rimata, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0