accedi   |   crea nuovo account

Il mistero di amare

Purchè gli anni tornino con una luce nascosta
minuscolo punto di un corpo
e in un fremito solenne
e fuoco sangue miele si concentrano
estrema eterea eterna regione di purezza spoglia
giura che violerai, per una notte intera,
il mare vergine dolce e sorpresa.

E nella memoria di quei baci.
Dove ha fine la forza che in un grido di orgasmo unisce anima e sesso?
Al tocco delizioso, il corpo torna all' origine trafitto di luce.

E nella memoria di quei baci.
Sei. Che gemi che bruci che soffri.
È abbandono nel nero spinto dei tuoi occhi immensi.
È desiderio verso un punto in cui, ormai, non resta che essere deboli.

Oltre quelle mura la tua forma gli ultimi limiti, vicino.
E delle parole? Grido piango tremo.
Mi parlano di ansimi impossibili rinascenti.

Oggi, non lo sapevi? Domani, forse.
Giura che mi lascerai andare
abisso di resina e fiori.

Placando il piacere
la ribellione dell' essere
il mistero di amare.

 

l'autore Alessia Amato ha riportato queste note sull'opera

Per tentare la via dell' eros...


0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 25/04/2010 21:53
    affascinante descrizione dei tuoi sentimenti verso l, amore. brava
  • Free Spirit il 22/03/2010 23:52
    Fremito solenne, ribelle ed etereo, orgasmo d'anime, alchimia d'essenze, un mistero l'amore
  • denny red. il 22/03/2010 23:43
    abisso di resina e fiori MA È BELLISSIMA!! poesiaSPLENDIDA!! ALESSIA BRAVA!!
  • Anonimo il 22/03/2010 17:00
    Hai un bel modo di scrivere, le tue immagini generano continue sensazioni.
  • loretta margherita citarei il 22/03/2010 16:52
    bei versi intensi brava piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0