accedi   |   crea nuovo account

Respirando

Ho deciso di morire
respirando
il vuoto della tua presenza
lascio scivolare i giorni
tutti uguali di niente
e gravidi di gesti abortiti.
Quanto mi manchi
quanto vorrei sotterrare l'orgoglio
che mi fa stare bene
e ritornare ancora a macerarmi
nel pensiero e nei progetti
del prossimo regalo per Te.
La saggezza non è
medicina per esseri umani
il mio posto in Paradiso
l'han già dato ad un altro
e non sono capace
nemmeno di vivere l'inferno che ho avuto da Te.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • anna rita pincopallo il 24/03/2010 11:00
    triste e piena di sofferenza ma bellissima
  • Cinzia Gargiulo il 23/03/2010 20:16
    Wow!... Bellissima!...
    Bacioni...
  • Donato Delfin8 il 23/03/2010 18:42
    POESIA.
    Ottima Marcè.
  • gian paolo toschi il 23/03/2010 18:20
    Dopo un appello così struggente, fossi in Lei tornerei in ginocchio!
  • ANGELA VERARD0 il 23/03/2010 18:15
    è una poesia bellissima e toccante... da conservare
  • B. S. il 23/03/2010 13:17
    Vero, la saggezza non si adatta all'amore.
    Adoro questa poesia.
  • Anonimo il 23/03/2010 11:25
    Respirandoti ho ingoiato un bicchiere di veleno e quanto amo il mio dolore. Tanto da tenermelo stretto. È un dolce alibi per pigrare chiusi in noi stessi, sognare. La felicità è più faticosa!! Bella poesia!!!
  • Simone Scienza il 23/03/2010 11:22
    uno straziante lamento descritto egregiamente
  • laura marchetti il 23/03/2010 10:09
    giorni gravidi di gesti abortiti... il vuoto della tua presenza... eppure al suo fianco Ha u GRANDE CUORE, il tuo!
  • Anonimo il 23/03/2010 09:51
    .. eppure tra le pieghe delle piaghe.. ci sei con il tuo respiro d'amore
    bravissimo Principe
  • Elisabetta Fabrini il 23/03/2010 09:45
    davvero bella... triste, sofferta, ma piena d'amore.. bravissimo!
  • Vincenzo Capitanucci il 23/03/2010 09:08
    Splendida... Marcello... brucia di una sofferenza estrema... eppur...
  • loretta margherita citarei il 23/03/2010 08:11
    intensissimi versi, amaro resoconto, piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0