accedi   |   crea nuovo account

Sera di novembre

Sono rimasto con un profumato
silenzio sopra di me
dove l'azzurro è ormai la gioia
dei miei sospiri.

Proseguo incurante di questo
assordante silenzio:
un'oscura
finestra ornata dal buio.

Dolcemente angosciato
faccio spazio tra la nebbia
per scorgere alberi soli
con tante foglie ingiallite.

La nebbia come cristallo è appesa
in aria e sola e solitaria
è in cerca della mia ombra che malinconica
trova la sua gioia in un futuro fatto di sospiri.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Cristiana Oliva il 26/03/2010 23:04
    Un silenzio che profuma d'azzurro... bello e sensuale...
  • Roberta R. il 24/03/2010 20:18
    Bellissima. Piena di emozioni. Bravo!
  • loretta margherita citarei il 23/03/2010 20:57
    belle immaginii ben scritta bravo
  • Cinzia Gargiulo il 23/03/2010 19:55
    Dolcezza e malinconia si fondono in questa poesia ben scritta.
    Piaciuta!...
  • ANGELA VERARD0 il 23/03/2010 18:18
    una sensibile introspezione nella metafora della sera che trova i suoi spiragli di luce attraverso una finestra ornata dal buio... molto bella
  • Marhiel Mellis il 23/03/2010 17:59
    Assolutamente fantastica nel suo trasmettere dolente intimismo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0