username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La danza degli scheletri

Il ritmo macabro dei tamburi scandisce la notte.
Il cimitero affollato diventa un'angosciante pista da ballo.
Scheletri, vecchi involucri privati dell'anima, danzano.
Il ritmo macabro dei tamburi rimbomba in questa gelida notte.
Si aprono i sepolcri, è giunta l'ora di danzare, amici miei.
Scheletri, un tempo uomini, danzano ancora, come una volta.
Volti inespressivi si scambiano sorrisi cordiali.
Braccia morte si cingono le une con le altre.
Che triste spettacolo, potrebbe pensare qualcuno.
Ma io c'ero, ero là fra amici, amanti e parenti.
C'era gioia negli occhi bui della mia gente.
Il ritmo allegro dei tamburi squarcia la notte.
Volevamo solo danzare.
Volevamo solo vedere le stelle ancora una volta.
Volevamo solo parlarci a vicenda ancora una volta.
Ma quando ci siamo rincontrati non eravamo più gli stessi.
Solo ossa bianche prive dei tratti amichevoli che in vita ci hanno dato conforto.
Eppure, come una volta, siamo ancora in grado di danzare.
Lasciateci danzare, volteggiare nella notte amica.
Lasciateci in pace non vogliamo fare del male a nessuno.
Lasciateci danzare e fate ancora finta di non vedere il vostro riflesso in noi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Regina Ghiglietti il 25/03/2010 14:25
    grazie Paola molto gentile^^
    Scusa Tanya avevo capito male ciò che hai scritto
  • Anonimo il 24/03/2010 15:44
    Mi piace molto, bella riflessione... Brava!
  • tania rybak il 24/03/2010 15:18
    è proprio quello che ho detto... un bacione, piccola
  • Regina Ghiglietti il 24/03/2010 14:59
    grazie a tutti troppo gentili^^
    dolce Tanya qui non sto parlando di morte ho meglio non la morte del corpo i miei scheletri sono le persone che ho perso, i miei sentimenti, il mio passato e io ci tengo al mio passato perché senza quello non sarei quello che sono ora...
    cmq ti ringrazio del commento sincero come sempre un saluto Regina^^
  • tania rybak il 24/03/2010 00:36
    tutti abbiamo i nostri scheletri,è vero, il nostro passato fa rivivere i momenti belli e brutti, ma è passato, non ritorna più, non fa più parte della nostra vita,è solo un riccordo, se brutto impedisce di guardare avanti... perche vuoi ancora danzare con la morte... lei si rispecchia in noi perche un giorno dovra accompagnarci, ma ora goditi la vita, il tuo riflesso è vita...
  • Paola B. R. il 23/03/2010 23:27
    Anche gli scheletri vogliono danzare
    ed è giusto così...
    vivere ancora, oltre la morte!
    Piaciuta molto!!!! :brava:
  • Samuele Pastorino il 23/03/2010 23:27
    Veramente ottima, bei versi complimenti.
  • Regina Ghiglietti il 23/03/2010 21:25
    grazie Salvatore troppo buono^^
    grazie anche a te Loretta molto gentile^^
  • loretta margherita citarei il 23/03/2010 20:54
    ottima riflessione, bei versi piaciuta
  • Salvatore Ferranti il 23/03/2010 19:59
    bella poesia ti meriti le cinque stelline
  • Regina Ghiglietti il 23/03/2010 19:55
    grazie Daniela ancora una volta hai compreso bhe io ci ballo con i miei...
    daltronde sono anche loro parte di me.
  • Anonimo il 23/03/2010 19:39
    I nostri scheletri, il nostro cimitero personale... danzano e fanno finta che noi non li vediamo, non li sentiamo...
    bella riflessione Regina, originale... nessuno ci pensa ai propri scheletri, nessuno ci balla!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0