username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sempre si raccolgono fiori

Ho un lillà
nel giardino,
un arbusto ornamentale
con l'infiorescenze
a mò di siringa,
nel maggio odoro
incensi profumi
soavi nell'aria.
Ricordo,
lo piantai anni
or sono,
senza mai godere
del suo bel fiore,
solo arbusto
rimaneva con
foglie verdi,
tanto che,
decisi di redicerlo.
Ma nel cuore
sentii una voce
sussurrarmi "aspetta"
e presa d'amore
continuai a concimarlo.
Quest'anno, finalmente,
l'ho visto
pieno di boccioli,
raccoglierò a maggio
il suo trionfo.
Benedetta sempre
sia Madre Natura,
invia
agli uomini
messaggi chiari.
Il lillà,
semplice arbusto,
mi ha insegnato
la pazienza,
il credere è sperare.
Prima o poi,
si raccoglie nella vita,
l'agognato fiore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Anonimo il 24/03/2010 22:36
    Concordo con Cinzia, veramente un bel messaggio!!
    Bella poesia e brava tu!!
  • roberto c il 24/03/2010 22:36
    "Talvolta i fiori sono come certi pensieri che proteggiamo da sguardi troppo discreti.
    Sono indifesi nella loro purezza e così periscono in fretta, uccisi dalla mediocrità dell'esistenza. Però come i fiori anche certi pensieri possono rinascere d'improviso, quasi d'incanto, perchè in realtà non erano morti ma soltanto sepolti sotto" ... Bella poesia.
  • Cinzia Gargiulo il 24/03/2010 20:06
    Un bellissimo messaggio! Brava!...
  • cesare righi il 24/03/2010 18:30
    Non oso commentare questa poesia, è troppo.
    Lo, migliori ogni giorno...
  • Don Pompeo Mongiello il 24/03/2010 18:25
    Una poesia speranzosa, lieve ed armoniosa. Piaciuta!
  • Anonimo il 24/03/2010 16:12
  • tania rybak il 24/03/2010 14:06
    ha ragione Sabrina, la pazienza è uno stile di vita. sei unica a scrivere le cose meravigliose, semplici e maestose nello stesso tempo, adoro le tue poesie, ma tu lo sai...
  • Anonimo il 24/03/2010 12:45
    Ognuno ha i propri tempi che non sono mai i nostri!
  • Anonimo il 24/03/2010 12:40
    Non abbiamo, radicata in noi, la cultura della pazienza. Bisogna volgersi ad est per conoscere popoli che la praticano come stile di vita. E fortunato è chi riesce, in un paese forsennato come il nostro, a vivere con devota attesa. Bellissima poesia fautrice di riflessioni veramente importanti.
  • Massimo Tusa il 24/03/2010 12:11
    L'augurio più sincero a te, che possa cogliere l'agognato fiore.
    Ciao
    Max
  • Giuseppe Bellanca il 24/03/2010 12:05
    Sempre intense e piene di insegnamenti sempre brava Lor. ciao.
  • Patty Portoghese il 24/03/2010 11:20
    La speranza in un fiore, cosa c'è di più bello metaforicamente... Grande Loretta!!!
  • marilena rimpatriato il 24/03/2010 10:05
    Mai perdere la speranza: la natura fa sempre gradite sorprese. La sua dolcezza riempie il cuore e si capisce perfettamente che è un dono d'amore di Dio!
  • ignazio de michele il 24/03/2010 09:40
    ci si nutre anche di speme, altrimenti la vita sarebbe ancor più grigia. ottima stesura
  • Salvatore Ferranti il 24/03/2010 09:33
    bella questa poesia... dovremmo tutti imparare l'arte della natura...
  • laura marchetti il 24/03/2010 09:19
    anche la natura ci insegna a vivere... bellissimo messaggio, stupenda poesia!
  • Donato Delfin8 il 24/03/2010 08:29
    Già bel fusto il cognato del giardiniere
  • Anonimo il 24/03/2010 08:25
    coltivando la pianta con pazienza e con amore
    brava Lor

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0