accedi   |   crea nuovo account

La battaglia di pace

Mi sono arruolata nel esercito di Dio,
il padre di tutti, perciò è anche mio.
Voglio essere il suo soldato.
Un ultimo soldato,
ma di quelli che stanno nelle prime file,
la mia è una battaglia di pace,
per la conquista del mondo civile.
Voglio armarmi delle tue parole,
comanda solo tu, il mio fedele cuore.
Strano, nella mia famiglia:
mio padre era stato battezzato in una chiesa ortodossa,
io sono cattolica e mia sorella è protestante,
ma nonostante le religioni sono tante,
sorge il paradosso,
non litighiamo mai per la religione,
nessuno si vanta di avere ragione.
Non importa se facciamo il segno della croce
dalla destra a sinistra o viceversa,
quando ci riuniamo a Natale o al matrimonio di qualcuno,
preghiamo insieme e questo ci basta.
Quando vedo una chiesa non chiedo quale sia,
se posso, entro, so che lì,
offrono il corpo di Cristo,
il mio Messia.
Nella chiesa non guardo le pareti,
da chi sono stati dipinti,
da Michelangelo o Raffaello,
so che quel posto è bello
perché ci sono altre persone
che entrano a pregare insieme a me.
Quando mi siedo vedo le persone,
il principe e il barbone
seduti accanto,
per quello qualche volta ho pianto.
Si scambiano il segno di pace,
in quel momento non esiste più la differenza sociale,
è questo che mi piace.
Non ti chiede nessuno cosa fai nella vita,
sono tutti inginocchiati d'avanti alla misericordia di Dio
e al suo amore infinito.
Quando ho la possibilità di prendere la comunione,
di mangiare "la carne di Cristo",
mi sento felice e nello stesso tempo triste.
D'avanti a lui si ferma il tempo,
la mia vita scorre come un film in un lampo.
Sento i miei peccati pesanti sulla mia coscienza,
la mia croce invece è leggera come una piuma in sua presenza.
Quello che ho sofferto io è solo 1%
in confronto alla sofferenza sua.
Signore mio, tanto generoso,

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • denny red. il 26/03/2010 02:58
    PREGA PER NOI MADRE DI DIO!! SPLENDIDA!! TANIA BRAVISSIMA!! nei miei preferiti.
  • Anonimo il 24/03/2010 21:58
    Bella, Tania e forte la tua fede...
  • Anonimo il 24/03/2010 19:35
    Secondo me le preghiere, le parole più belle, più utili, sono quelle che puoi rivolgere ai tuoi cari;anche se avere delle sane Illusioni è sempre qulacosa di magico che ti fa vivere meglio
  • Don Pompeo Mongiello il 24/03/2010 18:06
    Una preghiera sincera e commovente, tra l'altro ben scritta. Brava!
  • loretta margherita citarei il 24/03/2010 16:54
    bella preghiera, molto brava
  • Anonimo il 24/03/2010 15:49
    Tania la penso come te... Dio è uno solo.. pace nel mondo.. Brava
  • Regina Ghiglietti il 24/03/2010 15:22
    scusate ho scritto fa l'amore invece che fa la guerra oggi ho lavorato troopo e non ci sto con la testa
  • Regina Ghiglietti il 24/03/2010 15:21
    chiedo scusa ho scritto parola ma non centrava
  • Regina Ghiglietti il 24/03/2010 15:21
    Carissima Tanya molto bella davvero...
    Io credo che la Parola Dio o Allah o come lo chiamate non ha nessuna importanza sono importanti i messaggi che ha dato...
    Io amo ogni cosa intorno a me amo il barbone per strada così come amo la mia ragazza così come amo il filo d'erba il fiore e tutto il resto è l'amore che muove il mondo.
    Ed è ignobile che l'uomo osi dire che fa l'amore in nome di Dio LA GUERRA NON È SANTA!!!
    Un saluto e un abbraccio Regina
  • francesca cuccia il 24/03/2010 14:33
    Davvero bella, avvicinarsi più a Dio, le sue parole daranno più vita vera, parole verissime, brava, complimenti.
  • tania rybak il 24/03/2010 13:34
    se fosse personale non avrebbe senso di pregare per gli altri, ed è quello che faccio, ma come sua fedele figlia ho diritto di diffenderlo... in quanto le religioni Salvatore, ho scritto proprio questo, per me non fa alcuna differenza, importante che si prega insieme per la pace del mondo... la mia non è una guerra, anzi è una missione d'amore, ma so che dovrò affrontare tante difficoltà ed essere forte come un sol dato... un abbraccio
  • Anonimo il 24/03/2010 13:25
    Scusa volevo scrivere la prendo
  • Anonimo il 24/03/2010 13:24
    Lapprendo come una professione di fede personale. La cosa su cui riflettere è che Dio è unico ed è comune a tutti. Non esiste un Dio diverso per ogni religione e non ci si può fare la guerra in nome di uno stesso Dio.
  • Vincenzo Capitanucci il 24/03/2010 13:09
    Bellissima Tania... spero di vedere il Principe ed il Barbone... seduti vicino.. anche fuori dalla chiesa... se no la Parola Viva... diventa... parola morta...

    Non amo molto la parola soldato... preferisco scriverla così... Sol dato...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0