accedi   |   crea nuovo account

Confronti con me stessa

Incontrai la disperazione in una notte di neve.
La guardai negli occhi scarlatti.
Quegli occhi si riempirono di lacrime velenose come fiele.
La guardai negli occhi scarlatti.
Quegli occhi si riempirono di sangue, lacrime scarlatte sul viso pallido come la solitudine.
Incontrai l'amore in una notte di neve.
La guardai negli occhi azzurro cielo.
Quegli occhi si riempirono di lacrime calde come il sole.
La guardai negli occhi azzurro cielo.
Quegli occhi si riempirono di lacrime fasulle.
Incontrai il dolore in una notte di neve.
Lo guardai negli occhi scuri come le tenebre.
Quegli occhi si riempirono di lacrime scure come l'abisso.
Lo guardai negli occhi scuri come le tenebre.
Quegli occhi si riempirono di lacrime compassionevoli.
Incontrai me stessa in una notte di neve.
Mi guardai negli occhi spenti e stanchi.
Come un Angelo ormai troppo stanco per spiegare di nuovo le ali.
Mi guardai negli occhi che si riempirono di pioggia.
Pioggia gentile che accarezzava il mio viso.
Allungai le braccia per abbracciare quell'essere debole.
Per proteggere me stessa più di chiunque altro decisi,
di spiegare le enormi ali ed erigere un muro di piume nere come la disperazione, come l'amore, come il dolore che in queste lunghe notti di neve mi fanno compagnia.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Paola B. R. il 25/03/2010 18:36
    Un doloroso confronto con se stesso, doloroso ma necessario per rafforzarsi!!!
  • Regina Ghiglietti il 25/03/2010 18:05
    Fra credimi non è stato semplice e mi ci è voluta ben più di una notte, ma come amava dire il mio vecchio l'importante è arrivare...
    grazie del tempo dedicato alla mia opera e vi ringrazio dal profondo del cuore^^
  • francesca cuccia il 25/03/2010 16:45
    Quella stessa notte hai amato ancor più te stessa, rinforzato le paure con il tuo stesso amore per non soffrire più .
    Adesso quella notte di neve è diventata una magica stella di vita, complimenti, un abbraccio, Francy.
  • loretta margherita citarei il 25/03/2010 16:24
    versi molto tristi ma intensi, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0