username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Statua piangente

In una notte solitaria, sono seduta statua piangente in un giardino di fiori d'incanto eterno.
Osservo le stelle eterne e benevole.
Che con sorriso dolce osservano inerti le mie lacrime rosso cremisi.
Statua piangente in un giardino di fiori eterni e morti, secchi del loro dolore.
Le stelle sempre eterne, sopra di me che con eterna compassione mi osservano. Osservano la mia tristezza pietrificata, nei secoli, nel mio cuore di freddo marmo.
Statua piangente passo immobile, la mia esistenza insensata ed eterna in questo giardino dimenticato da tutti.
Sotto di me riposa il mio amore.
Il mio amore perduto sepolto sotto la fredda terra.
Piango lacrime cremisi sul viso di marmo.
Statua piangente la mia tristezza non ha fine e uniche testimoni di questa desolazione sono le stelle uniche compagne eterne della mia vita.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • tania rybak il 26/03/2010 11:01
    hai mai visto le stelle cadenti, cadono per esprimere i tuoi desideri, per asciugare le tue lacrime, tutti abbiamo pianto e abbiamo sofferto tanto, ti capisco, condivido il tuo dolore, ma sai, piangendo non ti accorgi che qualcuno piange più di te, non desolarti, ci sono altre stelle che vogliono amarti... un bacio
  • Regina Ghiglietti il 25/03/2010 22:21
    grazie Laura sei anche tu molto gentile...^^
  • laura marchetti il 25/03/2010 18:24
    molto bella e triste immagine di un amore pietrificato... complimenti
  • Regina Ghiglietti il 25/03/2010 17:54
    grazie Fra sapevo che tu avresti compreso...
    Grazie anche a te Salvatore come sempre sei molto gentile^^
    Un saluto Regina^^
  • Salvatore Ferranti il 25/03/2010 17:10
    poesia molto bella. interessante
  • francesca cuccia il 25/03/2010 16:41
    Spesso sole come statue ci ritroviamo tra le lacrime, testimoni sono colore con la quale decidiamo di dividere quel momento, quante lacrime ho versato con il silenzio condiviso, quanto capisco le tue parole, brava amica mia, adesso tu sei una stella.
    Francy.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0