accedi   |   crea nuovo account

Per se stesso

Bagnato dalla sabbia
a passi incerti e
leggeri
un peccato orgoglioso
si trascina lungo
le coste del risentimento;
un gesto in contemplazione
e le dita intrecciate,
perché oltre il confine
non c'è redenzione.
Solo la speranza di veder
la pioggia battere
su quel velo di salvezza
passata.
Assaporando le striature
rossastre dell'orizzonte,
folle e leggero. E
poi buio, il sorriso
beffardo di chi
ritaglia nuvole.
Per se stesso.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 04/06/2011 11:11
    Più narcisistica di così...
  • denny red. il 26/03/2010 05:09
    ben scritta bei versi piaciuta!! bravo.
  • loretta margherita citarei il 25/03/2010 20:49
    ritaglia nuvole, originali versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0