accedi   |   crea nuovo account

La quiete apparente

Vita, cullata sul mare in burrasca
da onde e marosi baciata e sferzata
fende l’immane irrequieto destino
tormente e spiragli lungo il cammino.

Pallidi raggi aprono il cielo
infiltrarsi tra nubi dai neri contorni
avanza la luce facendosi strada
creando sul foglio distorti colori.

La quiete apparente di un viso brioso
adorna la vita spianando il percorso
tra falsi ripiani e radure intricate
aprire gli occhi su profondi crepacci.

Vola all’indietro pensiero alla vita
arrancando a tentoni tra mille paure
scivola lento con passo indeciso
lasciando all’indietro un roco respiro.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 24/09/2008 11:37
    molto bravo silvano, mi piace molto come scrivi tanti complimenti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0