accedi   |   crea nuovo account

Su Gerusalemme

Quanno
lo Fijo de l' Omo
già da l'irto Monte,
de li Ulivi
detto,
la città
de Gerusalemme
intraveder,
lo pianto
intrattener
più
non poter.
Poiché
Essa
peccaminosa assaje,
ne li seculi
seculorum
destinata
mile vorte
a succomber
est.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • tania rybak il 27/03/2010 00:13
    sei unico a descrivere il Vangelo in questo modo, bravo
  • loretta margherita citarei il 26/03/2010 16:38
    bella pompeo, veramente bella
  • cesare righi il 26/03/2010 11:43
    Molto piacevole, mi è sembrato di veder Gesù nel giardino del Getsemani...
    bravo

    ps: se vuoi leggi il mio raccontino di ieri sulla Pasqua di Pino...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0