username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Riso

Ah, ah, ah,
che ne sarà di quest'uomo folle,
si diverte e ride ancora per un nulla.
Un nulla e un universo, disperso,
se ne vola via come un palloncino e piango.
Ah, ah, ah,
o forse è solo un riso,
amaro.
Allungo la mano, con sforzo estremo
afferrò il magico filo,
trattengo l'universo palloncino,
mi stanco o m'annoio,
mi armo,
di ago e scoppia il pallone universo,
esplode il mio riso.
Ah, ah, ah, me ne vado felice.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 30/03/2010 07:14
    un'esplosione di Coscienza in luce...

    Bravissimo Cesarone... Ti leggo e rido... il magico filo è preso...
  • tania rybak il 29/03/2010 23:14
    Un risotto condito con tristezza e allegria, il palloncino, come vedi,è volato via
  • Anonimo il 29/03/2010 21:25
    Non si sa Cesare se è riso amaro, riso riso oppure... ahahahahah... fatto sta che mi hai fatto sorridere!!!
    Grazie
  • loretta margherita citarei il 29/03/2010 21:10
    greatest cesare
  • Cinzia Gargiulo il 29/03/2010 21:03
    Simpaticissima poesia!
    Un sorriso per te...
  • laura marchetti il 29/03/2010 20:18
    La fantasia, l'ironia ed un sorriso... per vivere meglio! GRANDE
  • Salvatore Ferranti il 29/03/2010 20:14
    poesia molto ironica. bravo
  • Anonimo il 29/03/2010 19:59
    Aspettami, l'ago ce l'ho pure io, ci faremo una bella risata in due!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0