PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Purificazione

Fuoco,
guizzi di luce
e calore.

Pulviscolo luminoso,
che vola
verso il cielo.

Urla della folla,
frastuono indistinto,

emerge a tratti
quella oscura parola,

come forma che affonda e
riappare dall'acqua.

"Strega!"

Carne che brucia,
purificata dal peccato
non commesso,

dalla trasgressione
non ancora consentita.
Eppure lei,

occhi così chiari,
così dolci,

mantiene nel disgregarsi
della materia,

dell'universo
in quel grido,

il piacere,
di quando aveva sostato

nella tenerezza
di quel corpo,

nell'eternità
di quel sorriso.

 

l'autore Dino Borcas ha riportato queste note sull'opera

in: Dino Borcas - Piccoli crimini quotidiani - Ed. Il Ponte Vecchio, Cesena 2008
informazioni sul libro e altri brani in http://dinoborcas. it
14 video su www. youtube. com, con ricerca: Dino Borcas


1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Maria Rosa Cugudda il 12/06/2010 10:22
    spendida poesia, profonda e significativa! apprezzata molto!
  • rea pasquale il 17/05/2010 10:58
    veramente molto bella.
    Un saluto
  • nicoletta spina il 16/05/2010 23:15
    Immagini forti che si fanno lievi...
    Parole che purificano e rendono gloria a quel grido d'amore.
    Vera Poesia.

    Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. (Voltaire)
  • Anonimo il 28/04/2010 12:36
    Sostato nella tenerezza di quel corpo... bella come immagine. Le streghe sono ancora tra noi, perché il medioevo ancora ci contraddistingue: basta volgere gli occhi nelle nazioni devastate dalle religioni radicali. Dove l'amore, anche se puro, non ha diritto d'esistere se non tra precise linee guida. Eppure l'amore sopravvive nelle persone di ogni generazione, in barba alla pazzia idiolatra. Bel componimento, fotografando un gesto ignobile risalti la bellezza del sentimento che l'ha provocato
  • Anonimo il 31/03/2010 12:55
    Poesia, e sia POESIA! Veramente bella, ottime le immagini, velocità incalzante. Questa è POESIA. Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -