accedi   |   crea nuovo account

Fottuto

Prestami quel sorriso assassino
o il tuo lobo squillo
oggi la citta' e' aperta.
Accompagnami nel tour delle fogne
una giornata memorabile ci attende
tra avanzi di vite sciatte
e tacchi a spillo rifatti.
Asfaltami tutto
imprecami ti prego
vivo nascosto tra mille sosia
e dell'angolo barbone me ne fotto.
Attendo la sera dei lampioni
per vivere un po' riflesso
cosi' mani in tasca
e un po' tranchant.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • romana il 07/01/2014 02:19
    poesia molto personale, originalità di pensiero. Bella
  • Massimo Genovese il 12/01/2013 07:44
    bella davvero significativa
  • denny red. il 30/03/2010 14:47
    bravo stefano ottima!! poesia.
  • laura cuppone il 30/03/2010 12:50
    un noir post-modern
    decadentista e affascinante...

    piaciuta
    laura
  • B. S. il 30/03/2010 11:10
    Particolare, fuori dagli schemi.
    Mi piace.
  • vincent corbo il 30/03/2010 10:10
    Una poesia diversa che trasmette un senso di vitalità e di libertà; uno stile, oserei dire, naif.
  • loretta margherita citarei il 30/03/2010 10:06
    originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0