username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Forse

Senti l'invisibile
mare
increspare le nostre
anime di nulla,
nel tumultuoso
andare di giorni
vaghi?

Appaiono come gusci bianchi
vuoti, i giorni.
Di bruma,
lenti
si muovono.
Qualcosa nell'animo
si portano,
un impercettobile movimento
di vita.
Forse.

Animati da una
leggerezza distratta
mi sembra che i giorni
rinascano lenti.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 30/06/2010 10:48
    Piano piano, tutto può rinascere, lentamente e verso la giusta direzione. Bella!
  • Salvatore Cipriano il 18/06/2010 22:37
    Bella e sognante poesie.
  • - Giama - il 12/06/2010 10:46
    molto bella!
    velate da bruma, vagano lente le anime nel... forse, ma all'orizzonte comincia sentirsi l'aria frizzantina di un nuovo mattino...

    ciao
    gia
  • paolo veronesi il 11/06/2010 21:03
    La fretta non ha mai offerto nulla in cambio oltre a sè quindi assapora la lentezza dei giorni e cerca nella loro essenza il profumo della verità
  • Sergio Fravolini il 14/05/2010 17:32
    Tutto è vago... tutto è irreale.

    Sergio
  • Aedo il 02/04/2010 23:50
    I giorni spesso appaiono gusci bianchi, mentre ci dibattiamo tra sogni e delusioni del vivere. Poesia introspettiva molto profonda!
    Ignazio
  • gian paolo toschi il 02/04/2010 15:43
    Esprime molto bene uno stato d'animo di vacuità dell'esistenza, che può essere condivisibile o meno, ma comunque in questo momento ti appartiene. Trovo contradditorio però il "tumultuoso" del mare con gli impercettibili e lenti movimenti. Molto bella la musicalità.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0