username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pasqua

Era necessario
che l'infinitamente
grande morendo
attraversasse
l'abiezione umana
e risorgesse,
perché uscissimo
redenti
da insuperabili
limiti d'abisso.

Da allora il nostro
peccato è come
goccia incapace
di spegnere
il fuoco ardente
di quell'amore;
è quel sepolcro
vuoto
che dobbiamo abitare,
il tempo necessario
per saggiare
che la morte
non è
l'ultima parola.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ignazio de michele il 10/04/2010 23:53
    bello -svolgimento- bravissimo.
  • Anonimo il 03/04/2010 15:05
    Preghiera pasquale scritta con molta ricercatezza. Cinque stelle e tanti auguri!!
  • Salvatore Ferranti il 03/04/2010 12:29
    bella poesia, caro maurizio... tanti auguri di buona pasqua

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0