accedi   |   crea nuovo account

La vera gioia della pasqua

Ricordo
qualche anno fa,
un sabato Santo,
plumbeo era il cielo,
come plumbea era
la desolazione,
di un uomo,
accasciato su un marciapiede.
A lui mi avvicinai
per porgere aiuto.
"sono uscito di prigione
da poco, sono due giorni
che non mangio"
così mi disse.
Ironia della sorte,
si trovava vicino
ad un ristorante,
la gente
entrava a desinare,
verso lui, indifferente.
Chiamai un ' ambulanza,
lo accompagnai in ospedale.
Ricordo che a quei tempi,
ero disoccupata,
non avevo molti soldi,
così andai al Tempio,
chiesi ad alcuni sacerdoti
di adoperarsi
per quel fratello sofferente.
Mi fu risposto,
che nulla potevano fare,
la messa di mezzanotte
dovevano allestire,
Cristo Risorto
dovevano pregare.
Fu per amore di Cristo,
fedele al suo insegnamento
di non dovere,
gli altri giudicare,
che non puntai
il dito verso costoro.
Amareggiata dalla loro
indifferenza,
li benedii invece,
perché quella notte,
tornata in ospedale,
tenendo la mano
di quel fratello
da tutti abbandonato
scoprii,
la vera gioia
nel Dio risorto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 03/09/2014 20:39
    Versi coinvolgenti che scorrono dolcemente nell'alveo di un amore cristiano; un amore forte, sublime che in ogni verso trova espressione chiara. L'epilogo è la chiusa più dolce e degna di quel fatto. Bravissima.
  • Anonimo il 09/04/2012 19:32
    splendida poesia complimenti sinceri

12 commenti:

  • ignazio de michele il 05/04/2010 00:43
    il vero Cristo non è in chiesa ma fra di noi. brava Lò
  • denny red. il 04/04/2010 23:54
    molto molto molto bella!!
  • Anonimo il 04/04/2010 22:27
    Cara Lor... sempre umana e belle poesie scrivi... Brava!!!
  • Fabio Mancini il 04/04/2010 20:24
    La carità è tra le virtù teologali la più importante. Prestandoti per quel povero, il Padre celeste te ne renderà merito. Ciò che importa è l'atteggiamento del cuore, assieme alle opere. Ma non preoccuparti troppo per i peccati (di omissione) degli altri, perché saremo tutti giudicati secondo Giustizia. Un bacio sincero, Fabio.
  • garfield il 04/04/2010 18:22
    che bella.. bravissima!
  • Francesca La Torre il 04/04/2010 17:50
    molto bella, hai espresso il vero significato della Pasqua, un significato che dovremmo tenere nei nostri cuori, sempre.
  • tania rybak il 04/04/2010 15:44
    hai fatto benissimo, ti capisco... l'hai fatto perche ami tanto Gesù, bravissima
  • Don Pompeo Mongiello il 04/04/2010 14:35
    Il tuo atto e la tua poesia ti fanno meritare indubbiamente il Regno dei Celi, quel Regno a cui apparteneva ed appartiene Gesù Cristi Nostro Signore. I preti e i loro superiori un dì li vedremo nel fuoco eterno dell'inferno. Bravissima!
  • Viky D. il 04/04/2010 12:31
    Senza parole carissima Loretta... la vera essenza della Pasqua...
  • Auro Lezzi il 04/04/2010 11:51
    Vedi che sei la primavera...
  • francesca cuccia il 04/04/2010 10:54
    I soldi per quanto servano non sono tutto senza il Grande Amore, bellissima.
  • laura marchetti il 04/04/2010 10:17
    Sei sempre bravissima e molto bello è il tuo messaggio... grazie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0