username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando la notte precipita

Pulsano dentro me
pensieri che si sfogano
quando la notte precipita
fuori di me.

La luce non c’è
e tu dove sei?

Scivolato come un desiderio
il sonno ti ha portato in là.

Sbattono dentro me
porte socchiuse
che non sanno blindare
il vuoto che c’è in me.

Scivolo e scorrono veloci
ricordi limpidi di te,
dove sei?

Non ci credo
e mi sembra inutile
chiedermi cos’è
che ti ha preso in volo.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 18/04/2009 15:57
    piaciuta
  • Andrea il 25/09/2008 23:07
    non sono un esperta ma trovo la tua poesia molto bella! bravo
  • il 05/12/2007 19:30
    amo e odio quando la notte precipita fuori di me
  • Sarah My il 23/01/2007 20:24
    sai qual'è il compito dei poeti?
    è quello di mostrare i fatti così come stanno al lettore... e di cercare di non entrare nel personale... semplicemente di rendere la tua esperienza universale... tuttavia mi piace il tuo modo di scrivere... se la sofferenza dipendesse dalle tue parole... sarebbe come un fulmine che squarcia il cielo sereno: ciò vuol dire che la tua sofferenza è unica e lo dimostra una poesia cosa che è veramente lodevole...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0