PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Morte sul lago

Quel lago
tanto decantato
da lo Manzoni,
in questi giorni
teatro di sciagura
stato est,
a natura
non dovuto,
ma ad ignobile
mano ignota.
Dalle acque
non più
limpide e chiare,
un corpo bello,
ma ormai
di soffio vitale
assente,
di giovine donna
in balia
delle correnti
affiorava
macabramente,
con alla gola
un taglio netto
d'effimera arma.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Dolce Sorriso il 06/04/2010 15:10
    come sempre bravo
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/04/2010 10:31
    Don Pompeo Mongiello ci insegna che la poesia può supportare anche la cronaca.
  • loretta margherita citarei il 06/04/2010 05:48
    uccisa dal marito x gelosia, ancora violenza, bravo pompeo
  • denny red. il 05/04/2010 23:48
    stupenda!! don poesia ben descritta bravo!!
  • Anonimo il 05/04/2010 20:26
    Bella anche questa tua poesia a descrivere la crudeltà e la violenza.
  • vincent corbo il 05/04/2010 19:29
    Abbiamo avuto la stessa idea: quella di rappresentare un'atrocità. Nella mia ho voluto cambiare il teatro della scena del crimine: un fiume anzichè il lago.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0