accedi   |   crea nuovo account

Il Pugno

Questa mattina mi sono alzato
ed ho trovato solo la mia bava...
- questa mattina mi sono alzato -
... e la mia sveglia che suonava!

Senza spiraglio dalla finestra,
inverto il piede degli scendiletto;
destro a sinistra, sinistro a destra,
e me ne vado al gabinetto.

Nell'incoscienza se ancor sonnecchio
o se già sono pienamente sveglio,
mi faccio incontro al primo specchio
e mi stiracchio alla bell'e meglio.

Ma non finisco neanche il mugugno,
che mi succede un fatto un po' ..."sinistro":
dal lato destro, riabbasso il pugno,
... ma mi rimane sù il sinistro!

"Oh, questa è bella!" mi dico allora,
"non avrei mai creduto che la strega
colpisse al braccio; sarebbe ora
di rinunciare a quelche sega!

... Ma a ventun'anni mi par precoce
che vengano paralisi nei pugni!"
quando ad un tratto, sento una voce
che sembra dirmi "Mi ripugni!"

Per la paura, mi chiudo a chiave,
ma mi colpisce un pugno in pieno grugno
"Chi sei?" domando. E quello "Ave!
Sfortunatissimo, il tuo Pugno!

Da quanto tempo che non ti becco,
rinnegatore e Gano di Magonza;
sono passati due anni in secco
che ti pigliò l'ultima sbronza!

Quando gridavi di no alle guerre,
quando cantavi "El pueblo", "Bella ciao"...
Ed ora biasci, arroti l'erre
e non tralasci un birignào!

Che bella fine! Mi complimento
d'uno che si fa scudo degli altrui
diritti e lascia che fischi il vento
per poi fischiargli contro lui!"

123

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0